Ecco la nuova Reggiana di Aimo Diana

Ecco la nuova Reggiana di Aimo Diana

Esaminiamo reparto per reparto l’attuale organico granata anche se il mercato non è ancora finito: oggi sono 20 gli atleti sotto contratto

Oggi è un altro giorno e ci aspettiamo degli altri movimenti di mercato da parte del ds Doriano Tosi, vedi l’arrivo del centrocampista Mattia Muroni e la cessione di Riccardo Gatti ma proviamo a focalizzare l’attenzione sull’attuale rosa granata per capire meglio la situazione.

Giuliano Laezza

Iniziamo da un elemento: sono 20 i giocatori sotto contratto e quasi tutti con un contratto biennale, il che significa programmare il ritorno in serie B in due anni. Altro elemento che caratterizza questa rosa di giocatori è l’età media molto alta. Non ci sono giovanissimi in rosa se non Denis Chiesa che è in prova ma si tratta tutti di giocatori maturi.

Samuele Neglia

Altro dato interessante è che rispetto all’organico dello scorso anno sono stati confermati solo 9 giocatori su 20 (Venturi, Voltolini, Rozzio, Lunetta, Rossi, Varone, Del Pinto, Radrezza e Zamparo) dato che Marchi, Scappini, Favale e Gatti erano stati ceduti in prestito. Diciamo che La Rosa è stata rinnovata per un buon 50%. E questo è un elemento che va considerato a livello psicologico.

I rientranti Scappini e Marchi

Il rischio che corre la Reggiana è di avere dei giocatori che pensano che dato siccome la serie B l’hanno già conquistata due anni fa si possono ripetere. E’ un doppio errore, prima di tutto perché hanno vinto dei play off giocando solo tre partite e tutte in casa e il secondo aspetto è che nel calcio nulla si ripete in modo automatico. Altro elemento è pensare che l’ambiente, proprio per ciò che hanno fatto in granata, gli conceda credibilità ma se anche la gioia per la promozione è stata più forte dell’amarezza per la retrocessione, queste scorie potrebbero affiorare.

Daniele Sorrentino

Veniamo ora ad esaminare l’organico della nuova Reggiana di Aimo Diana. Sappiamo che il neo mister granata utilizza due moduli: uno col rifinitore dietro le due punte e un altro con un centrocampo a tre. Tradotto in numeri si passa dal 3-4-1-2 al 3-5-2 ma con una caratteristica: i due difensori centrali a destra e sinistra devono essere bravi anche nella costruzione del gioco. Un’altra caratteristica è lo sviluppo del gioco sulle fasce: a destra ci sono giocatori di corsa come Libutti e Guglielmotti a sinistra atleti iù di qualità nelle giocate come Contessa e Fava.

Sergio Contessa

A centrocampo, come detto, Diana può giocare con un centrocampo a due e in questo caso ha solo l’imbarazzo della scelta tra Rossi, Varone e Del Pinto con Radrezza o Neglia in qualità di trequartista dato che Diana utilizza un giocatore offensivo in questo ruolo. Un trequartista che gioca dietro le punte e che sa inserirsi per andare in gol. Un centrocampo dove forse manca un centrocampista di sinistra e quasi certamente arriverà Mattia Murone. Un reparto – è giusto dirlo – condizionato anche dalle cessioni che saranno sostituite.

Agostino Camigliano

In attacco la Reggiana non poteva che ripartire da Luca Zamparo che dopo due anni di esperienza a livello professionistico è chiamato a dimostrare in toto le sue potenzialità. Questo è l’anno di Zamparo, non ci sono scuse. Al suo fianco potrà giocare con un attaccante di movimento e di rapidità come Neglia o Sorrentino oppure un bomber d’area di rigore come Scappini. Marchi è l’alternativa all’occorrenza e se questo ruolo è di suo gradimento sarà confermato diversamente si potrà ipotizzare a uno scambio. Reparto completo? Difficile pensare di meglio, almeno per i titolari.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza