Le strategie di mercato di Doriano Tosi: 7 giocatori “ceduti” e 3 nuovi innesti

Le strategie di mercato di Doriano Tosi: 7 giocatori “ceduti” e 3 nuovi innesti

A pochi giorni dal raduno della Reggiana il ds Doriano Tosi ha operato due innesti in un organico (Germoni e Gyamfi più il ritorno di Favale dal prestito alla Pistoiese) che rispetto alla rosa che ha conquistato la serie B ha visto l’uscita di diversi giocatori.

A pochi giorni dal raduno della Reggiana il ds Doriano Tosi ha operato due innesti in un organico (Germoni e Gyamfi più il ritorno di Favale dal prestito alla Pistoiese) che rispetto alla rosa che ha conquistato la serie B ha visto l’uscita di diversi giocatori: Narduzzo, Pellizzari e Brodic non sono stati confermati, Spanò ha deciso di lasciare l’attività calcistica, Karbò, Valencia e Lunetta sono rientrati dai prestiti.
E’ in questa logica che il ds Doriano Tosi si sta muovendo, vale a dire la sostituzione in organico delle uscite. La scelta di puntare prima su Pigliacelli (elevato il suo ingaggio) e ora su Cerofolini nasce dall’esigenza di sostituire Narduzzo.
Nel pacchetto difensivo Germoni dovrebbe andare a sostituire Lunetta e Gyamfi l’ex capitano Spanò. Va detto che il reparto degli esterni è molto affollato perché oltre al rientrante Favale è ancora sotto contratto Favalli, Libuttti e Kirwan. Gyamfi è un tipico terzino destro che può adattarsi come esterno destro nella difesa a tre ma in questo ruolo la Reggiana cercherà certamente un difensore centrale, pur avendo allungato di un anno il contratto a Espeche ma che possa sostituire Pelizzari.
A centrocampo, con la conferma di Fausto Rossi la ricerca è di un sostituto giovane, vedi Pezzella e che numericamente prenderà il posto di Valencia anche perchè come rifinitore l’idea è di puntare sulla coppia Radrezza-Serotti.
L’attacco è al momento il reparto dove Tosi dovrà prestare maggiore attenzione nella ricerca dell’erede di Karbò. Non a caso la ricerca si è concentrata su di un attaccante esterno con caratteristiche di velocità e rapidità.

Per il momento, rispetto alla rosa dello scorso anno, sono usciti sette giocatori e sono entrati solo due nuovi atleti più il rientrante Favale. E’ nella logica anche cercare degli under dato che il limite massimo è di18 e al momento la Reggiana ne ha 16 dato che la Lega di serie B ha accettato laderoga per Rozzio che è da considerare “bandiera” cioè un giocatore che da quattro anni milita in squadra. Una deroga resasi necessaria perché la Reggiana ha cambiato nome e matricola. Poi si cercherà di avere questo status anche per Costa che è un giocatore uscito dal vivaio.
Teoricamente la Reggiana ha spazio per uno o due over poi dovrà essere messo in atto la strategia classica: uno esce ed uno entra. Per quanto riguarda l’organico in generale, invece la volontà del diesse Tosi è quella di consegnare al mister Alvini un organico numericamente completo e pari a quello dello scorso anno quindi con il possibile innesto di un portiere (Cerofolini), un centrocampista (Pezzella e Maturano) e uno o due attaccanti esterni (Murano, Cambiaghi o Ratti) poi le cessioni determineranno le successive entrate.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza