Generazione R: i granata entrano nelle scuole

Generazione R: i granata entrano nelle scuole

Coinvolte le scuole di Castelnovo Monti e Albinea. Con la Lapam oltre 200 scolaresche

Proseguiamo il nostro “viaggio della memoria” per ricordare i progetti che l’Ac Reggiana 1919 ha sempre portato avanti

LIVE STREAMING PER GLI STUDENDI DI CASTLNOVO MOTI E ALBINEA

Kargbo e Libutti e Luca Simonelli

Saranno circa 300 gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Castelnovo ne’ Monti, Felina e di Albinea che saranno collegati in streaming con la sede dell’AC Reggiana. L’iniziativa si inserisce nel modulo di “Sport a Distanza” dei progetti “Multisport” di Polisportiva Quadrifoglio Castelnovo ne’ Monti e “Pedala in Sicurezza” di ASD Cooperatori Reggio Emilia. Nella puntata dedicata alla disciplina sportiva del Calcio, nel salotto live condotto da Luca Simonelli ed allestito nella sala stampa del Club granata interverranno i giocatori Augustus Kargbo e Nicolò Cambiaghi, i medici sociali Dott. Massimiliano Manzotti e Dott. Massimo Pellegrini, l’esperto di Storia granata Giacomo Giovannini e i rappresentanti delle società calcistiche dei territori coinvolti, ossia Progetto Montagna, United Albinea e Polisportiva Borzanese. Per le 15 classi collegate con la sede granata di via Brigata Reggio è prevista una lezione interattiva di 90 minuti, realizzata attraverso la piattaforma scolastica ministeriale: una seduta durante la quale si parlerà non solo di Calcio, ma anche di salute, benessere e stile di vita sano grazie all’attività fisica. Sarà l’occasione per parlare di Calcio Femminile, Quarta Categoria e di numerose opportunità promozionali dedicate ai Settori Giovanili delle Associazioni coinvolte. Il modulo “Sport a Distanza” dedicato al calcio è condiviso dai Comuni di Castelnovo ne’ Monti ed Albinea, sostenuto da Iren e dalla legge 8/2017 della Regione Emilia-Romagna

Lorenzo Libutti

«Educare per mezzo dello Sport è una missione importante e stimolante, che fa parte dello spirito del nostro club – commenta il direttore generale di AC Reggiana, Vittorio Cattani – Un’occasione di confronto e di crescita per tanti ragazzi che è giusto indirizzare fin dall’età scolastica a uno stile di vita sano anche grazie allo Sport. Reggiana partecipa con entusiasmo alla promozione di questa importante attività destinata ai giovani e al nostro territorio, insieme a nuove iniziative che porremo in essere nel prossimo periodo».


STUDENTI A SCUOLA DI SPORT E D’IMPRESA CON LAPAM

La Reggiana è un’impresa speciale, per la passione che il calcio sa veicolare, ma resta pur sempre un’azienda, con dei bilanci, un equilibrio economico da perseguire, strategie di marketing e di comunicazione.


La società granata ha stretto una collaborazione con scuole ed enti (200 i ragazzi coinvolti) e Lapam Confartigianato.
Al progetto “A scuola di sport” hanno aderito l’Istituto professionale alberghiero Mandela di Castelnovo Monti; il liceo delle scienze umane Matilde di Canossa di Reggio Emilia; l’istituto tecnico areonautico Nobile, il liceo europeo Iess, il Centro formazione professionale della Fondazione Simonini di Reggio Emilia, lo “Spazio Raga”, presidio socio-educativo giovanile promosso dal comune di Reggio Emilia, insieme ad altri spazi di aggregazione giovanile della città.
Saranno coinvolti i ragazzi del quarto e del quinto anno, a seconda dei diversi istituti ed enti, e dopo alcuni incontri di formazione da due ore ciascuno, ci sarà una giornata di cosiddetto gioco di ruolo, una simulazione di un progetto di azienda.
In palio ci saranno alcune borse di studio e la possibilità di effettuare tirocini gratuiti presso la Reggiana o aziende a lei collegate e presso società del gruppo Lapam Confartigianato.
Le tematiche affrontate saranno legate al fare impresa, attraverso lezioni teoriche e testimonianze di imprenditori legati al settore di indirizzo della scuola coinvolta (a cura di Lapam Confartigianato), un project work sulla creazione di impresa con simulazioni (a cura di Reggiana Calcio), un approfondimento sul contesto economico e il mercato del lavoro della zona di Reggio Emilia, con la ricerca attiva dell’impiego.
Erano presenti l’assessore comunale Raffaella Curioni, il responsabile del settore educativo della Reggiana Nicola Simonelli, Roberto Prearo di Lapam Confartigianato e Lucio Consolini dell’istituto Umberto Nobile.
«Lapam Confartigianato – ha detto Prearo – da diversi anni, è molto attenta alle dinamiche del mondo della scuola. Questo è particolarmente importante, per dare agli studenti strumenti sempre più adeguati al mondo che cambia e per fare incontrare il mondo dell’impresa con quello della scuola».

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza