La Lega B deve evitare questa ingiustizia

La Lega B deve evitare questa ingiustizia

La Reggiana e tutte le squadre coinvolte per la promozione in serie A e per i play off rischiano di pagare a caro prezzo l’ingiustizia subita dai granata: l’unica squadra ad avere perso a tavolino una partita per positività al Covid. Il protocollo è carta straccia, cancellato dalle decisioni dell’Ausl

Scrive Nicola Binda sulla Gazzetta dello Sport “oggi l’Asl ferma l’Empoli e la corsa verso la serie A diventa ancora più incerta”. L’Empoli ha accusato complessivamente 11 casi di positività al Covid (la Reggiana era arrivata a 28 casi) e l’ipotesi è che la Lega di serie B provveda a rinviare d’ufficio due partite.

Giustamente Nicola Binda guarda nel merito della lotta per la serie A e alle difficoltà che comporterà il rinvio di due partite in questo mese finale. Poi, correttamente, torna a parlare del caso Reggiana e della differente decisione assunta dalla Lega nei confronti del club granata. “Non era stato possibile avere un intervento della Lega B con rinvio della partita con la Salernitana proprio perché l’Ausl di Reggio Emilia non aveva bloccato la squadra, pur in presenza di casi ben più importanti”.

Tutta colpa dell’Ausl di Reggio Emilia dunque? Credo si voglia nascondere la “polvere sotto il tappeto” per non porre in evidenza un problema che è stato sottovalutato: se esiste un protocollo firmato dalle società all’inizio della stagione è giusto che sia rispettato ma se poi intervengono delle autorità (Ausl) che scavalcano e di fatto cancellano questo protocollo, allora è doveroso prenderne coscienza e rimediare all’errore commesso. Non può essere che la Reggiana sia l’unica società in Italia a perdere una partita a tavolino per positività al Covid soprattutto alla luce di quanto sta accadendo, con la conclamata evidenza che il protocollo è diventato carta straccia. Non ha più senso che sia applicato.

Per l’Empoli parliamo della lotta per la serie A e forse sarà solo un problema di calendario non di leadership ma cosa diranno le squadre che stanno lottando per la promozione nella massima serie o per i play off se saranno estromesse per quei tre punti che la Salernitana ha messo in classifica vincendo a tavolino la sfida con la Reggiana?

E’ anche bene non dimenticare che la Reggiana si gioca la salvezza in serie B e tutti sappiamo quanto potrà incidere nel futuro del club.
La Reggiana, vorrei ricordare, ha già pagato con la retrocessione dalla serie B alla serie C (stagione 98/99) per un altro caso clamoroso che non è stato preso in esame: il riferimento è al giocatore del Chievo entrato nella ripresa e che non era stato inserito in elenco. Un ricordo che non è stato preso in esame dal giudice sportivo e che è costato la retrocessione.

Col senno del poi e con tutto ciò che sta accadendo, devo dire che ha ragione Alvini quando, anche in tempi non sospetti, aveva alzato i toni della sua protesta. Oggi più che mai ha ragione da vendere.
Un’altra beffa di tale levatura non sarebbe accettabile anche se capisco che è difficile porre rimedio a ciò che è stato sancito dal giudice sportivo ma è evidente che ingiustizia è stata fatta.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza