Alvini nel pre gara: “La squadra è viva e pronta a dare battaglia”

Alvini nel pre gara: “La squadra è viva e pronta a dare battaglia”

“Fidatevi di Massimiliano Alvini. Fidatevi della Reggiana. Ce la faremo a rimanere in serie B”
E’ questo il messaggio che il tecnico granata ha fortemente rimarcato nel corso della sua conferenza stampa. La volontà è di trasmettere ai tifosi e a tutto l’ambiente granata un messaggio di fiducia. “L’appuntamento con il Vicenza _ ha rimarcato Alvini – non è la paritita da ultimo spiaggia.

E’ certamente importate perchè veniamo da un periodo negativo ma non è da “dentro o fuori” perché mancano ancora 20 partite e ci sono a disposizione 60 punti. Abbiamo tutto il tempo per invertire il trend. Certo, sabato col Vicenza è un’occasione per lasciarci alle spalle questo periodo negativo ma io sono fiducioso”.

– Da dove deriva questa sua convinzione?

“Perché vedo la squadra come si allena, come è viva e compatta. Ci siamo lasciati alle spalle un periodo complicato e difficile. Adesso stiamo bene, siamo in crescita e ci manca solo di fare punti per tornare a essere noi stessi”.

– Da dove ripartiamo?

“Dalla Reggiana vista nel secondo tempo a Ferrara dove abbiamo giocato un’ottima partita e saremmo stati in gioco fino alla fine se non avessimo incassato il secondo gol su un errore di lettura”.

– Nel nel primo tempo la Spal ha dominato.

“Sono solito evidenziare anche i meriti dell’avversario e la Spal nel primo tempo ha dimostrato tutto il suo valore. Abbiamo giocato contro una squadra che fisicamente e tecnicamente ci è superiore. La Spal forte, va detto”.

– Purtroppo c’è da registrare l’infortunio a Fausto Rossi.

“Sono stati fatali gli ultimi dieci secondi. Sostituirlo? Gli avevo chiesto come stava e avevo avuto rassicurazioni. Fausto Rossi non lo avremo sabato col Vicenza e anche per le prossime due partite con Pisa ed Entella”.

– In difesa mancherà Martinelli squalificato.

“Sapendo che Martinelli era stato ammonito, volevo vedere Ayo ma devo ammettere che è ancora è in ritardo. Sabato recupero Ajeti che andrà a fare coppia con Rozzio e Gyamfi, ci sarà anche Espeche ma solo per far parte del gruppo. con Ayo e Gatti sono coperto, anche se non recupero Costa”.

– Qual è la ricetta per uscire dal tunnel?

“Bisogna ripartire dal secondo tempo di Ferrara e dalle nostre certezze, da quello che sappiano fare. Ora non siamo pungenti in attacco perché non abbiamo rifornito bene gli avanti ma mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra”.

– Kargbo può essere la freccia in più nel suo arco?

“Augustus è un giocatore importante. Purtroppo la sua annata è partita male ma faccio grande affidamento su di lui. Sono certo che nei prossimi mesi ci fornirà un apporto positivo”.

– I numeri, però, sono impietosi: un punto in otto partite.

“Tutto vero e capisco la rabbia e la delusione ma vi assicuro che la squadra è sul pezzo. Gioca sempre per vincere anche se ultimamente ci è andata male ma ci sono ancora tante partite e la zona salvezza è a pochi punti. Ci sono stati problemi perché sfido chiunque a stare fermi per due settimane e poi a ripartire. Ma – ripeto – la squadra è vive, l’allenatore e il suo staff sono convinti di poter raggiungere l’obiettivo che ci siamo dati fin dall’inizio. Ci sarà da soffrire ma ripartiremo”.

– Nel corso della sua carriera ha mai vissuto simili situazioni?

“Io sono abituato a lottare per vincere e non ho mai avuto grandi squadre. A livello professionistico sono stato esonerato a Pistoiese e Albinoleffe ma per altri motivi. Mi sento a mio agio in questo contesto di lotta. La salvezza quest’anno è un obiettivo che vale di più rispetto alla promozione. Possiamo farcela. Non mi fa paura questo aspetto. Alleno una squadra che mi segue ed è sul pezzo. Apre o invertire la tendenza. Il momento delicato, ne sono consapevole ma la battaglia è lunga. Le possibilità di ripresa ci sono tutte. – Ora la squadra sta meglio ed è in ripresa”.

Senza Rossi come cambia il centrocampo?

“Posso abbassare Radrezza o Pezzella. Non ci voleva infortunio di Rossi perché è un giocatore intelligente. Non è stata una ricaduta, è un infortunio diverso, però è un’assenza importante. Sono fortemente legatosi lui ma non sono preoccupato. La squadra la vedo meglio. Anche Espeche sarà a disposizione”.

– Come giudica il Vicenza?

“E’ una squadra esperta, in classifica è sopra noi ma non di tanto. E’ una partita fondamentale. Una squadra ben allenata, che si è anche rinforzata. Prevedo una partita tosta, equilibrata. E sarà un piacere rivedere Di Carlo”.

– Cosa si aspetta ancora dal mercato?

“Tosi sa tutto. Quando c’è consapevolezza di ciò che ti attende, ti senti forte. Io ho totale fiducia nella società”.

Però tra i tifosi c’è delusione.

“Capisco rabbia e delusione ma stiamo compatti. E’ fondamentale in questo momento come lo è stato per raggiungere la promozione”.

Vicenza può essere la svolta?

“E’ una partita importante e non dobbiamo sbagliare nulla”.

 

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza