I guai granata: la Reggiana non ha un sostituto di Rossi

I guai granata: la Reggiana non ha un sostituto di Rossi

Fausto Rossi ha accusato un risentimento muscolare anche se non c’è ancora una diagnosi ufficiale.

Il ds Tosi ha parlato di una ricaduta il che significa che per il suo recupero si dovranno procedere con maggior cautela. Quasi impossibile che possa essere in campo venerdi con la Salernitana ma poche sono le speranze di averlo per Venezia anche perché conviene averlo in buone condizioni alla prossima sfida interna contro il Lecce.
Le qualità di Fausto Rossi sono conosciute dato che impersonifica il perfetto metronomo vale a dire il giocatore d’ordine e di equilibrio del centrocampo. Quello che inizia l’azione ma soprattutto ha la capacità di trovare sempre il compagno smarcato e i suoi passaggi sono sempre perfetti. Un regista davanti alla difesa che è in grado di rendere più fluida la manovra della Reggiana. Non dobbiamo soffermarci ulteriormente per descrivere le qualità di Fausto Rossi ma il vero problema è che nell’organico granata non c’è un sostituto. Forse si era pensato al giovane Pezzella (i compagni della Roma lo chiamavano Pjanic per questo motivo) ma fino ad oggi il mister l’ha utilizzato più avanzato e raramente davanti alla difesa. A volte è stato chiamato Radrezza ad arretrare il suo raggio d’azione ma Igor ha nelle sue corde la capacità e la predisposizione a partire in dribbling oppure a cercare la sterzata per poi andare a calciare di sinistro per l’assist in profondità o il traversone.
Non è però un caso se il rientro di Fausto Rossi ha coinciso con il cambio di passo della Reggiana contro l’Ascoli e poi a Cittadella. E’ un centrocampista imprescindibile e dunque mister Alvini dovrà capire bene quale soluzione mettere in campo per la prossima partita con la Salernitana.
Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza