Il bilancio granata: si chiude con una perdita di 1 milione e 311 mila euro

Il bilancio granata: si chiude con una perdita di 1 milione e 311 mila euro

In data 16 Novembre 2020 è stato approvato il bilancio d’esercizio al 30.06.2020 che raggruppa tutte le scritture contabili maturate sino al 30 Giugno 2020, mentre è noto che la stagione sportiva è terminata il 23 Luglio 2020 con l’indimenticabile partita Reggiana-Bari.

E’ doveroso ricordare che l’anno 2020 è stato un esercizio contabile anomalo perché la Reggiana ,nel mese di Luglio 2020, ha giocato i play off promozione scendendo in campo tre volte :

1) Il 13 Luglio 2020 contro il Potenza

2) Il 17 Luglio 2020 contro il Novara

3) Il 23 Luglio 2020 contro il Bari

Inoltre, per effetto della pandemia Covid 19, la società ha beneficiato della facoltà di dilazionare i versamenti delle imposte e dei tributi in scadenza fra il mese di Marzo 2020 ed il mese di Giugno 2020 come previsto dal D/L 104/2020.

—————

I COSTI SONO STATI DI 4,5 MILIONI

MENTRE 3,2 MILIONI I RICAVI

—————

L’esercizio al 30.06.2020 si chiude con una perdita di euro 1.311.658, generata da ricavi pari ad euro 3.217.535,00 e costi pari ad euro 4.529.193,00.

La principale voce dei ricavi è rappresentata dai proventi da sponsorizzazioni pari ad euro 2.285.378,00, segue la quota abbonati pari ad euro 373.894 e la biglietteria per euro 220.645,00.

I contributi Lega ammontano ad euro 231.738,00.

Di contro emerge che i principali costi per organizzare le gare casalinghe ammontano ad euro 479.091,00 e sono rappresentati dai costi affitto Stadio per euro 222.471,00 e costi biglietteria per euro 256.620,00.

La società ha dovuto sostenere anche costi amministrativi per euro 433.725,00, che comprendono i costi per rilascio fidejussioni, provvigioni ad intermediari , costi di consulenze varie, costi dei procuratori sportivi e costi dei servizi tecnico-amministrativo.

La società ha sostenuto costi per euro 192.407 e costi per euro 148.718 per :

a) Compensi settore medico sanitario

b) Consulenti esterni afferenti l’attività sportiva

c) Rimborsi spese riconosciute ai tesserati e volontari anche del settore giovanile

d) Vitto, alloggio e locomozione gare esterne della Prima Squadra e del settore giovanile.

————

2,2 MILIONI IL COSTO PER I 30 TESSERATI

AFFITTI CAMPI PER 66 MILA EURO

—————

La società ha sostenuto anche costi per euro 268.773,00 relativi alle Tasse Iscrizioni gare e ha dovuto riconoscere euro 45.549,00 come percentuale sugli incassi gare alle squadre ospitate.

Il costo dei tesserati è iscritto a bilancio per euro 2.218.418 ed al 30.06.2020 la società aveva 30 tesserati.

In forza al 30.06.2020 la società aveva 1 Dirigente, 3 impiegati ed 1 operaio che hanno generato costi per euro 209.409,00.

Per poter svolgere l’attività sportiva la società ha sostenuto costi d’affitto compi sportivi per euro 66.444,00.

Il totale dei debiti accumulati al 30.06.2020 ammonta ad euro 1.849.008 ed è prevalentemente verso banche, per finanziamenti ricevuti, verso fornitori, verso lo Stato per tributi maturati e non ancora versati e verso il personale ed altri collaboratori della gestione sportiva.

Al 30.06.2020 la società segnala di avere disponibilità liquide in cassa per euro 947.565,00.

La società ha deciso di coprire la perdita mediante l’utilizzo delle riserve ed hanno portato il Capitale Sociale da euro 337.500,00 ad euro 10.000,00.

Dalla lettura di questi numeri emerge chiaramente l’abilità della società nell’aver costruito una squadra competitiva, che ha raggiunto un traguardo memorabile, contenendo i costi, mentre sono evidenti i costi diretti ed indiretti che una società di calcio come la Reggiana si deve sobbarcare in Serie C per svolgere l’intera stagione.

E’ chiaro che per la sopravvivenza economica del club e per programmare investimenti futuri che possano dare stabilità è fondamentale almeno il mantenimento della categoria Serie B, a meno che i soci siano disponibili ogni anno ad immettere nelle casse della società oltre 2.000.000,00 di euro quasi a fondo perduto per il campionato di Serie C. I soci sono i principali attori delle quote di sponsorizzazioni che raccoglie la società.

I soci saranno sicuramente chiamati a fare iniezioni di capitale in Serie B, ma in questa categoria gli investimenti possono essere produttivi perché assumono una valenza completamente diversa.

Marco Bertolini
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza