Il presidente Salerno: “Ritroviamo l’entusiasmo perduto”

Il presidente Salerno: “Ritroviamo l’entusiasmo perduto”

Il ds Tosi annuncia il ritiro a Carpineti dal 19 luglio e spiega il caso Piccinini. Il nuovo staff sarà composto dal vice Baresi, dal preparatore atletico Antuia , dal preparatore dei portieri Razzano e dal match analyst Bertani

Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto anche il presidente Carmelo Salerno. “Oggi è un giorno importante – ha rimarcato il massimo dirigente granata – perché presentiamo il nuovo allenatore e possiamo iniziare a parlare del futuro, lasciandoci alle spalle questi ultimi mesi di sofferenza. Anche personalmente con l’avvento di Diana ho ritrovato entusiasmo e voglia di iniziare nuova avventura. E’ una fase nuova, ricca di speranza e ottimismo dopo un anno vissuto in apnea. Un anno difficile per tutti, non solo per il calcio ma per la nostra vita di tutti i giorni. Mi auguro che l’avvento di Diana porti tanto entusiasmo nella speranza di rivede una squadra in grado di offrire emozioni per poterle condividere con i nostri tifosi”.

Il disse Doriano Tosi ha invece rimarcato: “La scelta del tecnico è il primo atto della stagione 2021/22 e quindi vi presento il nuovo staff che sarà composto oltre che da Aimo Diana dal suo vice Alessio Baresi, dal preparatore atletico Esteban Antuia, dal preparatore dei portiere Antonio Razzano e dal match analisi Damiano Bertani. Uno staff rianimato dopo stagione difficile e complessa. Il ritiro? A Carpineti dal 19 luglio. Il nostro intento era quello di trovare un allenatore in fase di crescita, che sapesse essere propositivo del gioco, dare entusiasmo alla squadra e chi la segue. Penso che abbiamo raggiungo il massimo riuscendo a trovare accordo con Diana. Chi segue la C conosce le sue performance. La mia fiducia è molto alta nei suoi confronti. Di questo mi assumo la responsabilità. E’ un profilo perfetto dopo la retrocessione per riuscire a ripartire. Abbiamo 14 giocatori sotto contratto ma soprattutto un foglio bianco dove iniziare a inserire le pedine idonee al calcio di Diana. Terremo anche in considerazione quei giocatori che sono in svincolo”.

Il presidente Salerno non ha voluto parlare di numeri ma ha rimarcato: “I soci hanno deciso di fare stagione importante e pertanto faremo investimenti adeguati alla volontà di raggiungere dei buoni risultati anche se l’ultima parola spetterà al campo. La Reggiana merita di stare sempre in serie B. Siamo stati male per questa retrocessione. Come città e per una crescere della Reggiana è necessario collocare la società in serie B e per diversi anni. Questo è fondamentale per riuscire a fare un calcio sostenibile. Non possiamo pensare ogni anno di mettere soldi come è stato lo scorso anno e come faremo a chiusura della stagione passata. Siamo pronti a investire nel centro sportivo per ripartire con una squadra importante. Il Centro sportivo è uno dei passaggi indispensabili per far crescere il club. Il mio riscatto? Personalmente sarò felice solo con la Reggiana in serie B. Lo scorso anno troppe cose che non sono andate per il verso giusto”.

Il diesse Tosi ha poi spiegato il caso Piccinini: “Il giocatore è stato trasferito a titolo definitivo al Lentigione per corrispondere alle loro esigenze che non potevano permettersi un altro prestito. A più riprese il giocatore e il suo procuratore ci hanno chiesto garanzie per il suo ritorno alla Reggiana. E’ però possibile che una squadra interessata lo possa avere a parametro ma mi stupirei dopo ciò che mi hanno detto il ragazzo e i suoi procuratori”.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza