La più bella e importante vittoria della Reggiana

La più bella e importante vittoria della Reggiana

Sono tanti i motivi che entusiasmano: dalla classifica, alla prestazione collettiva, ai singoli solisti, al primo gol di Scappini e Zamparo, alle mosse di Diana. C’è di tutto e di più

E’ stato uno spettacolo allo stato puro per chi ama il calcio. La Reggiana ha giocato una partita sontuosa, esaltata da un avversario, l’Ancona, che è scesa in campo a Reggio Emilia a viso aperto, in modo spregiudicato. E il mister Diana ha fatto altrettanto accettando i rischi in difesa, che però sono stati limitati da Rozzio e compagni e poi ha iniziato la sua sinfonia offensiva con i suoi solisti.

SUPERIORI

Un successo netto, meritato e importante perché conquistato contro la seconda della classe che a pieno titolo meritava di essere definita la rivelazione del girone. La Reggiana è stata superiore per occasioni create e per capacità di sfruttare le sue qualità.

FORZA MENTALE

E’ un concetto astratto e forse riguarda i singoli ma che uniti diventa una squadra con una convinzione pazzesca. Si capiva guardando la partita che Cigarini e compagni sapevano che prima o poi avrebbero sbloccato il risultato. In loro c’era una convinzione e una forza tangibile, palpabile.

LE MOSSE DI DIANA

Non finiremo mai di stupirci per ciò che il mister Diana riesce a mettere in campo. Si sapeva che l’Ancona giocava con un tridente vero e quindi occorreva una difesa a quattro ma che però avrebbe abbassato la linea d’attacco e cosi’ si è inventato una difesa a quattro “camuffata” con Guglielmotti che giocava sia esterno di difesa e poi in possesso di palla era il solito motorino sulle fascia destra. Ha rinunciato all’esterno di sinistro chiedendo a Sciaudone di occupare quella zona del campo per consegnare a Rossi e Cigarini le chiavi del centrocampo. In questo modo si è permesso il lusso di avere tre attaccanti veri come Rosafio, Zamparo e Lanini per mettere in difficoltà la loro retroguardia.

I NUMERI

Ancora una volta sono i risultati e i numeri a legittimare la forza di questa squadra che è imbattuta dopo 10 giornate, che ha subito solo 4 gol (peccato per la rete al novantesimo) che ha segnato con i suoi attaccanti 15 dei 18 gol che vanta in classifica: Lanini e Zamparo 4, Neglia 3, Rosafio 2, Scappini e Sorrentino 1. Una Reggiana che inizia a legittimare la sua forza tra le mira amiche: 13 punti in 5 partite.

LE PRESTAZIONI

La sfida con l’Ancona è arrivata forse al culmine di un avvio di stagione che nessuno avrebbe potuto immaginare. La Reggiana non è sbagliato niente nei risultati ma anche nelle prestazioni che sono state tutte all’altezza. Andando alla ricerca del pelo nell’uovo si potrebbe dire che col Gubbio o a Grosseto si poteva fare di più ma non ce la sentiamo.

SCAPPINI E SORRENTINO

Adesso ci siamo proprio tutti: segnano anche Sorrentino e Scappini per completare la festa e sono gol pesanti per la vittoria ma anche a livello individuale. Sorrentino ha confermato di essere un attaccante che ci sta in questa categoria e la rete con l’Ancona non farà altro che aumentare la sua autostima. Scappini ne aveva bisogno dopo un avvio tribolato e ora scopriremo la sua importanza. In una serata cosi’ sono due perle importanti per il presente e il futuro.

LANINI SPACCA DIFESA

Non è andato in gol ma è come se lo avesse fatto. Nel primo tempo l’ha cercato con insistenza sentendosi forte delle sue qualità. Ma quando meno te l’aspetti eccolo in grado di operare l’affondo decisivo che spacca la difesa e con grande intelligenza ha messo una palla d’oro a Zamparo. Un Lanini che vale doppio: come bomber e come rifinitore.

I CINQUEMILA DEL GIGLIO

I tifosi sono stati uno spettacolo nello spettacolo sia per presenza (5.000 di martedì sera alle 21 è un pubblico da serie B) che per partecipazione. La differenza è proprio nella sintonia che esiste tra i tifosi, non solo le Tq o il Vandelli, ma tutti i presenti: hanno partecipato alla vittoria dei granata e mai hanno avuto esitazioni nell’applaudire e sostenere la squadra. Un ambiente stupendo.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza