Mignemi: “Diana è un allenatore che farà una grande carriera”

Mignemi: “Diana è un allenatore che farà una grande carriera”

“Siamo stati assieme al Sicula Leonzio e lo giudica una persone di spessore e un tecnico preparato”

Davide Mignemi è il direttore sportivo del Gubbio che ha affrontato prima la Reggiana (0-0) e martedi’ sera il Pescara (2-2) ma è stato soprattutto lo scopritore di Aimo Diana nel ruolo di allenatore. “Di Aimo Diana posso parlarne solo bene – rimarca il ds umbro – l’ho avuto proprio all’inizio della sua carriera di allenatore al Sicula Leonzio e sono certo che avrà un brillante futuro”. Sorride alla notizia della  squalifica del tecnico per una bestemmia. “E’ una persona di grandissimo spessore umano e sono convinto che potrà fare un importante percorso come allenatore. Ripeto: una persone di assoluto spessore. E’ un uomo vero che sa fare bene il suo lavoro a prescindere dalla piazza in cui si trova. Aimo non si snatura sia che alleni il  Sicula Leonzio, il Melfi o la Reggiana. Per come lo conosco, per me è un grande uomo e un bravo tecnico”.

Archiviato questo capitolo legato al tecnico granata, il ds Mignemi prova a mettere a confronto Reggiana e Pescara dato che il Gubbio le ha già affrontate entrambe. “Siamo al cospetto di due squadre forti, che alla fine saranno le sicure protagoniste nella lotta la promozione in serie B. So di essere banale e scontato ma è la realtà, perché hanno assemblato organici di primo livello. Per questo sono convinto che si giocheranno la promozione fino alla fine. Le sfide contro il mio Gubbio sono state diverse: la Reggiana ci ha  costretto a quel tipo di partita molto sparagnino e coperto, mentre col Pescara sapevamo di non poterci difendere ad oltranza perché rischiavamo di subire un’imbarcata, cosi’ li abbiamo aggrediti, chiudendo tutti gli spazi e per settanta minuti è stato  il Gubbio a governare la partita. Questa è certamente una soluzione per mettere in difficoltà il Pescara ma sono certo che Diana avrà studiato bene l’avversario, perché è un perfezionista. E’ logico che avendo il Pescara tanti giocatori di qualità, vedi Memushaj ma non solo, non puoi lasciar loro la gestione della partita, perché altrimenti ti mettono in difficoltà. Servirà certamente una grande Reggiana per fronteggiare il Pescara”.

Davide Mignemi non si sbilancia in un pronostico ma confessa: “Sarà una partita spettacolare”. 

Il ds umbro ha avuto al Sicula Leonzio anche il difensore Giuliano Laezza e ne apprezza le qualità: “E’ un ragazzo dallo spessore umano importante – rimarca – che ha dimostrato in tutte le squadre dove ha militato ciò che vale. Uno dei giocatori più rappresentativi e non lo scopro certo io. La Reggiana ha tanti bravi difensori e per questo non mi sorprendere che vanti la miglior difesa di tutti i campionati professionistici”. 

Sarà una sfida tra Pescara e Reggiana con due peculiarità: i granata vantano la miglior difesa d’Italia, il Pescara è una squadra che non muore mai. “Anche contro il Gubbio – rimarca Mignemi – per due volte il Pescara ci ha ripreso e il gol del pareggio l’hanno realizzato a dieci minuti dalla fine. Quando succede con frequenza non è fortuna o casualità ma fa parte delle qualità di una squadra che non molla mai e ci crede fino alla fine. Le partite col Pescara non finisco mai perché la loro concentrazione è massima”.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza