Torna a far discutere il caso Empoli

Torna a far discutere il caso Empoli

Lunedì la partita contro il Chievo sarà rinviata o verrà data la sconfitta a tavolino salvo poi fare ricorso alla Giustizia Sportiva? E la partita con la Reggiana sarà posticipata di qualche giorno? Il caso Salernitana-Reggiana può essere riaperto?

Il caso Empoli non si è ancora concluso anzi torna di stretta attualità dato che lunedi’ si deve svolgere la sfida contro il Chievo Verona ma ovviamente non potrà essere disputato perché i ragazzi di Dionisi sono tuti in quarantena fino al 7 aprile.

L’Empoli ha già ottenuto il bonus per rinviare la sfida contro la Cremonese, dunque stando al Protocollo se non avrà a disposizione 13 giocatori di cui un portiere perderà la partita a tavolino come è successo alla Reggiana.

Apriamo una parentesi perché c’è già una anomalia palese che nessuno vuole sollevare: l’Empoli nel suo comunicato ha fatto riferimento, chiedendo il doppio rinvio contro Cremonese e Chievo, a un articolo del regolamento che è stato soppiantato dal Protocollo. Non ha chiesto, quindi, di giocarsi il bonus che invece gli è stato, diciamo cosi’, assegnato a tavolino dalla Lega di B dato che i termini per richiederlo erano scaduti. Quindi l’Empoli ha chiesto nel suo comunicato ufficiale di rinviare le due partite e la Lega di B gli ha invece concesso il bonus.

Ma adesso cosa succederà? Lunedì il Chievo sarà regolarmente in campo aspettando l’Empoli che non si potrà presentare in campo? Verrà assegnata la sconfitta a tavolino? E successivamente con il ricorso alla Collegio di Garanzia del Coni verrà deciso di rigiocare la partita?

Sono tutti interrogativi che entro un paio di giorni saranno sciolti ma che prefigurano un’ingiustizia nei confronti del precedente Salerntana-Reggiana.

Ma c’è di più. L’Empoli per ordine dell’Ausl fino al 7 aprile non si può allenare ma il 9 aprile è atteso a Reggio Emilia per la partita di campionato.

E’ possibile che dopo dieci giorni di stop una squadra possa giocare la partita avendo solo un giorno di tempo per allenarsi? La Lega chiederà alla Reggiana di spostare di qualche giorno l’incontro, magari a lunedi’ per consentire all’Empoli di preparare il match? E la Reggiana sarà d’accordo? Oppure anche questa partita seguirà lo stesso iter: sconfitta a tavolino e poi ricorso alla Giustizia Sportiva per ripetere il martch?

Anche questi sono interrogativi che non trovano al momento una risposta.Ma c’è anche un discorso che riguarda i tempi di recupero di queste partite dato che a fine maggio, dopo la disputa dei play off e play out ci saranno i Campionati Europei e molti giocatori che militano in serie B sono chiamati in causa dalle rispettive nazionali.

Il che significa che non si può derogare alle date stabilite per la fine del campionato (7 maggio) ed essere in tempo per far disputare i play off e play out. Non c’è lo spazio per inserire delle partite che potrebbero essere decisive per la salvezza e per la promozione. Un Reggiana-Empoli all’ultima giornata potrebbe essere decisiva e rischierebbe di falsare il regolare andamento del campionato. Un vero e proprio rebus.

Caso Reggiana

La discussione sul mancato ricorso della Reggiana è ormai un tormentone anche se del tutto inutile perché non ci sono più i termini per riaprire il caso Salernitana-Reggiana. Resta la convinzione in molti che sia stato un errore non presentare ricorso, anche alla luce delle sentenze della Collegio di Garanzia del Coni che ha deciso la ripetizione di Juve-Napoli e Lazio-Torino.

Si è chiamato in causa, da parte dell’avvocato Chiacchio, il fatto che l’Ausl non ha detto ai giocatori negativi di non andare a Salerno ma in realtà i giocatori negativi, in quel periodo, erano pochissimi dato che la Reggiana aveva 22 atleti positivi più sette dello staff. Una interpretazione delle prescrizioni dell’Ausl di Reggio che ha indotto la società, certamente su consiglio dell’avvocato, a non presentare ricorso ma che nella sostanza ha prescritto ciò che anche l’Ausl di Napoli aveva affermato: state a casa anziché non andate a Salerno.

Ma alla fine è la stessa cosa, anzi è più categorica.Una discussione – come detto – aleatoria perché non porta da nessuna parte a meno che si trovi un modo per poter rimettere in discussione la decisione del giudice sportivo della serie B, cosa che al momento non è realistico ipotizzare.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza