Un punto che profuma di vittoria

Un punto che profuma di vittoria

Ci sono pareggi che profumano di vittoria o che comunque lasciano soddisfatti.

Il punto ottenuto contro la Salernitana rientra in questa logica perché porta a tre partite la striscia positiva, perché Venturi è imbattuto da 270 minuti e perché sotto il profilo tattico, tecnico e del gioco la Reggiana è stata all’altezza della Salernitana ma soprattutto non ha sbagliato quasi nulla. La famosa cura dei particolari che in passato era costata punti preziosi ai granata e che invece in questa occasione è stata fondamentale per portare in porto il risultato. La Reggiana ha giocato meglio il primo tempo andando al tiro con Mazzocchi mentre Venturi è stato inoperoso. Nella ripresa la Salernitana ha aumentato la sua capacità atletica e la pressione ma Ajeti e compagni hanno retto l’urto senza sbavatura. E non bisogna dimenticare che Alvini ha dovuto rinunciare a sei giocatori e nel corso della partita anche a Martinelli eppure l’organizzazione difensiva ha retto il confronto con i più quotati campani.
Nella speciale tabella salvezza la Reggiana ha incrementato di un punto dato che all’andata ha perso a tavolino. Quindi ora è a più uno e lunedì c’è la trasferta di Venezia dove però ci sarà il rientro di Rozzio. C’è da sperare che Mazzocchi non si sia fatto male in modo serio al ginocchio.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza