Abbruscato: “I campi di via Agosti sono stati scuola di vita”

Abbruscato: “I campi di via Agosti sono stati scuola di vita”

Sarà il mister della Primavera2 al posto di Paolo Beretti e il coordinatore tecnico per tutti gli allenatori del settore giovanile

Il nuovo corso di Marco Lancetti, neo responsabile del settore giovanile, inizia con l’inserimento nell’organico granata di Elvis Abbruscato che sarà il nuovo allenatore della Primavera2 e il coordinatore tecnico degli allenatori del vivaio granata. Elvis Abbruscato prenderà il posto di Paolo Beretti. Anche Andrea Menozzi lascia la famiglia granata.

Il reggiano Abbruscato è in possesso del patentino UEFA A che ha conseguito nel 2017 a Coverciano.

Elvis Abbruscato

La carriera di allenatore Abbruscato inizia nel 2016 in Seconda categoria, nel ViaEmilia poi a diventa allenatore della squadra Berretti dell’Arezzo per poi assumere il ruolo di vice allenatore di Bellucci e poi di Pavanel. Dal 2018 entra a far parte dello staff della Nazionale Italiana con l’Under 18. “Inutile rimarcare che sono emozionato – ammette – perché sono nella cresciuto Reggiana e i campi di via Agosti sono stati una scuola di vita per me. Devo essere grato ai vari Borelli e Vitale come ai mister Vezzani, Mammi e Speggiorin. Se sono diventato giocatore è anche grazie a loro. Sono onorato di entrare a far parte della famiglia granata e so che hanno passato due anni difficili. Sono entusiasta di tornare a vestire i colori granata e cercherò di porterò la mia mentalità, il desiderio di fare calcio anche in situazioni difficili. Quando mi allenavo i campi non erano perfetti ma c’erano gli uomini e nel calcio sono le persone a fare la differenza”.

Abbruscato assieme al vice presidente Giuseppe Fico e al dg Vittorio Cattani

Abbruscato ha rinunciato a proposte più allettanti – come ha rimarcato il vice presidente Giuseppe Fico – per tornare dove aveva iniziato. “Quando faccio le scelte di pancia – rimarca Abbruscato – non sbaglio mai. Ho chiaro gli obiettivi che mi sono posto e anche la consapevolezza a volte che si può costruire qualcosa di buono con il lavoro, anche partendo da una situazione difficile ma queste sfide mi piacciono. E’ logico che il mio obiettivo è arrivare ad allenare nei professionisti ma per il momento l’unico pensiero è fare bene per meritare la conferma. La Primavera deve lavorare in funzione della prima squadra e spero si percepisca questo legame che ci deve unire. La Primavera ha bisogno di aiutare la prima squadra possibilmente dando il contributo che ci verrà chiesto”.

Inutile, invece, illustrare Elvis Abbruscato giocatore dato che la sua carriera è iniziata nelle giovanili della Reggiana prima di approdare al Verona. 

Un carriera che lo ha visto disputare oltre 400 partite da professionista e realizzare 123 gol con le maglie di Reggiana, Verona, Livorno, Triestina, Arezzo, Torino, Lecce, Chievo, Vicenza, Pescara, Cremonese, Feralpisalo’ e Fiorenzuola. Con la Reggiana ha giocato due partite agli inizi della sua carriera quando aveva poco più di 18 anni.

Fuori dal rettangolo di gioco, dal alcuni mesi ha dato vita a Granello di Senate, un’associazione di volontari che si occupa di persone fragili e in difficoltà.

Elvis Abbruscato

“Parto dall’esperienza di ex giocatore – rimarca – ma nessuno ti regala niente. Non ho bonus da spendere ma il mio desiderio è riuscire a impattare nello stile di vita dei ragazzi, essere d’aiuto per sviluppare loro capacità”. Abbruscato svolgerà anche il ruolo di coordinatore tecnico di tutti gli allenatori del vivaio. “L’obiettivo è dare una identità riconoscibile all’esterno e questo si genera nel confronto con linee guida chiare. L’ho fatto con la Nazionale Italia e so cosa significa avere un team di allenatori vincenti.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza