Botteghini aperti e prevendite anticipate per portare il grande pubblico allo stadio

Botteghini aperti e prevendite anticipate per portare il grande pubblico allo stadio

Con una media di 3.979 paganti la Reggiana è seconda solo per poche centinaia di spettatori al Modena ma senza o quasi tifosi ospiti

In quattro partite la Reggiana ha fatto registrare una presenza di quasi 16mila spettatori per una media di 3.979 paganti. Una presenza inferiore di poche centinaia di persone al Modena (4.174 di media per 16.600 totali) ma c’è da rimarcare che la Reggiana non ha mai potuto ospitare tifosi ospiti se non con Gubbio e Gubbio ma con una presenza assai risibile. Trasferta vietata ai tifosi della Carrarese e nessuno da Olbia. Sul numero dei presenti al Braglia incide in modo considerevole i 1.200 tifosi granata presenti in occasione del Derby.

Il Gruppo Vandelli

Nella speciale classifica stilata da stadiapostcards.com al terzo posto c’è il Cesena con 13mila presenze totali per 3.300 di media. Poi a ruota il Pescara con 13.144 presenze totali e 3.286 di media. Subito dopo Siena, Ancona e poi il vuoto. La maglia nera per presenze spetta al Pontedera con 261 paganti di media.

Un altro dato interessante è che il record di presenze per Modena, Pescara, Pistoiese e Siena è stata registrato proprio quando hanno ospitato i tifosi granata. Il che significa che le partite con la Reggiana sono considerate, non solo gare di cartello ma anche di grande affluenza di tifosi.

La Curva Sud

La Reggiana, ovviamente, non si può accontentare di questi dati perché la squadra di Aimo Diana merita molto di più dei 4.370 paganti presenti con l’Olbia anche se sono solo 1.600 gli abbonati. L’obiettivo della società è di avere una media almeno di 5/6mila spettatori a partita. Ma per ottenere questo risultato occorre mettere nelle condizioni i tifosi di acquistare comodamente il biglietto. Partendo da questo presupposto occorre che la società metta in atto alcune disposizioni.

La prima deve essere la messa online della prevendita almeno una settimana prima. Non si può ipotizzare di vendere online e nelle rivendite autorizzate e allo Store 5.000 biglietti in tre giorni. Occorre dare la possibilità ai tifosi di avere a disposizione almeno una settimana. Questo è un presupposto indispensabile e non ci dovrebbero essere nessun ostacolo.

I tifosi granata al Braglia

Altro elemento è la possibilità di aprire i botteghini dello stadio, caso mai utilizzando una rivendita Vivatiket per dare la possibilità a chi all’ultimo momento vuole acquistare direttamente allo stadio il biglietto. Le questure a livello nazionale consigliano alle società di tenete chiuse le biglietterie per evitare assembramenti ma ora si va verso la direzione di aprire in modo totale gli stadi (oggi siamo al 75%) per cui anche questo fattore di prevenzione può essere accantonato anche perché evitare gli assembramenti allo stadio è impossibile.

Wainer Magnani
ADMINISTRATOR
PROFILE

Articoli correlati

Commenta

La tua mail non verrà pubblicata. I dati necessari sono contrassegnati con *

Ultimi Articoli

Autori

Commentati

Video in evidenza